background
Monastero Mater Carmeli Biella
image1 image2 image3 image4 image5 image6

Non essere più incredulo

Commento al Vangelo di Gv 20,19-28

iipasqua-b.jpg"Otto giorni dopo la risurrezione di Gesù i discepoli erano di nuovo in casa".
Porte sbarrate, finestre oscurate. Una casa che per otto giorni ha sentito riecheggiare solo sospiri di sconforto e tristezza. Sguardi stanchi e spenti rimbalzano sulle pareti.


Dov'è andata a finire la nostra speranza?
Dov'è andata a finire tutta la fortezza che ci sembrava di aver ricevuto dal Maestro?
Siamo qui impauriti e sgomenti. Siamo soli in questo buio.
Chi ci aiuterà a rialzare le tende delle nostre finestre per poter nuovamente rivedere il sorgere del sole?

"Venne Gesù, a porte chiuse, si fermò in mezzo a loro".
Non c'è porta blindata che possa fermare il Maestro.
Non c'è chiusura di cuore che riesca a tenerlo lontano.
Proprio quando siamo chiusi nelle nostre paure e disillusioni, possiamo essere certi che il Signore verrà.

Come può dimenticarsi della pecorella smarrita per la quale ha dato la vita?
Come può lasciare che la lanterna dell'amore -  riacceso nel cuore dell'uomo grazie al suo sì di amore vissuto fino all'estremo della croce - si spenga soffocata dalla polvere accumulata dai nostri continui sospiri?

"Tommaso, metti qui il tuo dito e guarda le mie mani; tendi la tua mano e mettila nel mio fianco; e non essere incredulo, ma credente!"
Tommaso, apostolo intrepido, aiutaci a stendere la nostra mano per toccare Gesù risorto che anche oggi viene a visitarci!
Tommaso, apostolo schietto, aiutaci a manifestare le nostre incredulità perché la Verità si affacci nella casa del nostro cuore!

Tommaso, apostolo ardito, aiutaci a non pensare secondo il pensiero degli altri, a non nasconderci nel branco, perché possiamo affermare nella nostra sana individualità: "Mio Signore e mio Dio!".

Carichiamo di speranza il nostro quotidiano, la gioia della Pasqua non è finita. Andiamo verso il Maestro, andiamo a Lui e saremo raggianti, il nostro volto non dovrà arrossire, Lui ha sbloccato ogni chiavistello che ci teneva chiusi per sempre.

 

Le vostre Sorelle Carmelitane

:: Monastero Mater Carmeli Biella ... P. IVA 90050100024 ... 2018 ... policy ::
Powered by Castrovinci & Associati based on a Joomla Template by Globbersthemes