background
Monastero Mater Carmeli Biella
image1 image2 image3 image4 image5 image6

L'amore ha compiuto tutto

Se il chicco caduto in terra non muore rimane solo, se invece muore porta molto frutto: possiamo anche noi provare a vivere con Gesù e in Gesù questa morte fruttifera. Possiamo, perché Lui ha pronunciato con amore per ciascuno di noi quelle parole di consegna sulla croce: “Tutto è compiuto!”. L’Amore ha compiuto tutto per noi!

Perché non accogliere questo tempo di grazia per una sosta di riflessione? Vi proponiamo una traccia. Canteremo con voi le meraviglie della misericordia di Dio che farà sbocciare la Risurrezione neil nostri cuori.

Dio è amore, osa amare senza timore. Dio è amore: non temere mai!

 

1. Sii una persona di fede, con abbandono incondizionato a Dio, che ha parlato a noi in Gesù Cristo. Coltiva la rettitudine delle intenzioni, sii gioioso nelle afflizioni, pronto nella misericordia verso i lontani e i vicini!
Vivo intensamente l’adesione al Dio vivente che la Chiesa mi ha fatto incontrare?Ascolto la Bibbia con fede, celebro con la comunità l’Eucaristia, testimonio il Vangelo del Signore Gesù?

Vivo la domenica come giorno del Signore e signore dei giorni?


2. Lasciati mettere in discussione dalla Parola di Dio per essere capace di trovare luce in mezzo alla frammentazione e confusione del nostro tempo!
Nella mie scelte quotidiane mi lascio illuminare da quanto la Parola di Dio mi suggerisce interiormente e dai suggerimenti delle persone sagge e di fede che Dio mette sul mio cammino?

3.  Sii desideroso di crescere nella conoscenza della fede, ascoltando i maestri di vita spirituale, i testimoni che sono voce della  verità che illumina e salva!
Mi metto alla ricerca di persone, di luoghi, di libri che mi aiutino a trovare il senso pieno della mia vita e mi conducano a conoscere meglio Gesù?

4. Sii rispettoso dei cammini di maturazione degli altri e pronto ad aiutare ciascuno a percorrere strade di libertà e luce secondo lo stile di Gesù!
Mi faccio portavoce di una cultura di vita che la rispetti dal concepimento alla morte? Mi capita di usare la menzogna con l’intento di ingannare il prossimo, che ha diritto alla verità?

5. Vivi nella speranza, capace di testimoniare che Dio ci libera da ogni schiavitù dei mali presenti e dalla paura della morte; ci fa guardare avanti con fiducia, con distacco dai beni terreni e dai soldi, con una certezza più forte di ogni fallimento o ingiustizia o sconfitta!
Davanti ai tanti mali del tempo presente, di fronte ai miei problemi, vivo la gioia di quanti sperano nel Signore?

6. Vivi sotto lo sguardo di Dio, desideroso di piacere in tutto a Lui solo e perciò libero da calcoli di riuscita terrena!
Sono costante nei miei cammini, perseverante nella fedeltà alla chiamata di Dio e alla sua volontà nell’oggi? Sono affidabile? Mantengo fede agli impegni assunti, anche se questo dovesse costarmi sacrifici non indifferenti? Mi impegno nel lavoro, ritenendolo un mezzo per far fruttificare le capacità ricevute da Dio, senza ricercare forme di guadagno non trasparenti?

7.  Sii accogliente e generoso verso tutti i fratelli e le sorelle nella fede, anche se diversi da te, pronto a far spazio all’altro, chiunque sia e da qualsiasi parte venga,per riceverlo con amore e offrirgli con gratuità il dono che Dio ti ha fatto!
Quale la mia mitezza di fronte alle incomprensioni e alle offese? Perdono largamente? Opero con tutte le forze per la pacificazione dei cuori?

8. Sii innamorato di Dio, desideroso di rispondere al suo amore con umiltà, tenerezza, passione e disposto a far compagnia al suo dolore e alla sua gioia in ogni momento!
Do testimonianza dell’urgenza di amare il Signore al di sopra di tutto, con tutto il cuore, con tutta la mente, con tutto il mio essere?

9. Non dimenticare: il corpo non è ciò che l’uomo possiede, ma ciò che l’uomo è. Gli atti e i gesti che compie, la sua sessualità devono essere al servizio dell’incontro, della tenerezza dell’amore che si vive e si celebra!
Il grande amore che ricevo dall’alto passa attraverso il mio corpo, le parole, i gesti? Vivo la relazione con l’altro come comunione o cedo alla tentazione di trasformarla in possesso e consumo? Ricordo che l’uomo e la donna sono immagine di Dio e il nostro corpo è suo tempio? Rispetto il mio corpo e quello degli altri evitando ciò che lo danneggia e ne calpesta la dignità?

10. L’amore che viene da Dio ci fa partecipi della sua vita. Sii capace di misurare e vivere ogni cosa sotto il primato della carità!
Faccio strada a Dio e al suo amore infinito, piuttosto che farmi strada in questo mondo?

:: Monastero Mater Carmeli Biella ... P. IVA 90050100024 ... 2018 ... policy ::
Powered by Castrovinci & Associati based on a Joomla Template by Globbersthemes