background
Monastero Mater Carmeli Biella
image1 image2 image3 image4 image5 image6

S. Teresa di Gesù (15 ottobre)

5° Centenario Santa Teresa di Gesù( clic per ingrandire il logo del Centenario )

5° Centenario Santa Teresa di Gesù
1515 — 2015

 

Nulla ti turbi,
nulla ti spaventi,
tutto passa,
solo Dio non cambia,
con la pazienza tutto si acquista,
chi ha Dio non manca di nulla,
solo Dio basta.

 

Teresa nasce il 28 marzo 1515 ad Avila, in Spagna, nel cuore della Castiglia, da Alfonso Sànchez de Cepeda e da Beatriz de Ahumada.

In famiglia respira un clima di fede con l’attenzione e l’interesse per “le Indie”; tutti i suoi fratelli partiranno per l’America.

Già dall’infanzia comincia a desiderare di donare la vita per Cristo, tenta persino di fuggire di casa insieme ad un fratellino per andare verso la “terra dei mori”.

Quando compie dodici anni la mamma muore lasciando nove figli maschi e tre figlie; il padre la affida ad un collegio agostiniano di giovani educande, dove matura la sua vocazione.

A ventun anni Teresa entra tra le monache carmelitane nel Monastero dell’Incarnazione di Avila. Il 3 novembre 1537 si consacra per sempre al Signore.

Da subito è provata da una strana malattia che sembra portarla alla morte, ma il disegno del Signore per la sua vita è un altro.

Il carattere amabile e piacevole di Teresa attira l’affetto spontaneo di molti, così che visitatori abituali volentieri si intrattengono con lei alla grata del parlatorio. La santa sperimenta però che quelle conversazioni distolgono il suo cuore dall’amore verso lo Sposo divino, tanto che non si sente degna di intrattenersi con Lui nella preghiera personale.

Trascorrono in questa lotta ben 18 anni quando, dopo numerosi segni, la misericordia di Dio le manifesta chiaramente che era tempo di una radicale conversione alle esigenze del suo amore.

Teresa si arrende all’amore di Dio e da quel momento non conosce più mezze misure nel suo donarsi al Signore.

La preghiera è la via all’unione con Dio che Teresa percorre con ogni perseveranza proponendola e insegnandola instancabilmente alle sue sorelle in monastero e a tutte le persone che incontra sul suo cammino.

Spinta dallo Spirito, realizza la fondazione di ben sedici monasteri, dove si possa vivere nel servizio e nell’amore a Dio e a Maria Madre del Carmelo. “La più santa tra le donne e la più donna tra le sante”, abbraccia con grande generosità fatiche, sofferenze, tentazioni e prove spirituali, nel desiderio ardente di conformarsi a Cristo e di lavorare per la Chiesa.

Il 4 ottobre 1582 muore esprimendo il desiderio di vedere Dio: «È ora che ci vediamo, Sposo mio…», «Infine Signore muoio figlia della Chiesa».

 

 

:: Monastero Mater Carmeli Biella ... P. IVA 90050100024 ... 2017 ... policy ::
Powered by Castrovinci & Associati based on a Joomla Template by Globbersthemes